Percorsi


Bobbio Pellice

Escursionistico

Da Sibaoud a Sère Sarsënà: un'escursione tra i nomi e i luoghi di Bobbio Pellice


Mappa interattiva
Inizio percorso Fine percorso Toponimi   Borgata  Percorsi 
Istruzioni percorso
  • Difficoltà: E [Escursionisti]
  • Località di partenza: Piazza Caduti per la Libertà (parcheggio del Municipio), Bobbio Pellice
  • Quota di partenza: 734 m
  • Quota massima: 1345 m
  • Dislivello salita totale: +600 m
  • Lunghezza percorso: 6 km
  • Tempi percorrenza : 2 ore 
  • Periodo consigliato: tutto l'anno
  • Strutture di ristorazione e/o di pernottamento: B&B Courtilet - Borgata Courtilet 6; Ristorante Cacciatori - via Maestra 57; Ristorante Della Diga - via Maestra 65; Ristorante L'Alpina - via Maestra 27; Trattoria Del Centro - piazza Caduti per la Libertà 3; Campeggio La Roccia - via Fonte della Salute 32
  • Cartografia supplementare: Fraternali 1:25000, n. 7 Val Pellice.
Allegati

Descrizione percorso

Dopo aver parcheggiato nella piazza del municipio (piazza Caduti per la Libertà), si prosegue in via Sibaud verso la Guiéiza con lou Chouquî, passando di fianco a lou Velh Sëmënteri e all’edificio dove un tempo era ubicata la Dogana Reale, risalente all'epoca napoleonica. Si prosegue sulla strada che passa in mezzo alle case fino a imboccare il sentiero che sale sopra l’abitato. Da qui si seguono le indicazioni verso Sibaoud e quelle del "Glorioso Rimpatrio dei Valdesi", inerpicandosi tra i vecchi terrazzamenti de lou Rëstel e i ripostigli in pietra per gli orti e le viti. Una volta raggiunto il monumento di Sibaoud si continua a salire e in breve si raggiunge la borgata Pautasét . Proseguendo sulla strada comunale si incontra dapprima la borgata Grulhì e, in seguito, si giunge a lou Peui. Al Peui si trova ancora la scuoletta Beckwith (la Scola di Peui). Superati alcuni prati (li Nouî, la Fumèlla), la strada sterrata forma un bivio: invece di proseguire a destra e andare verso la Gënteunha, si tiene la sinistra e si sale, superando lî Frizè, la Paouza, la Sanhe e la Rocha dar Pin, fino alla borgata Sarsënà d’Aval, adagiata su un terrazzo erboso che domina Bobbio Pellice. Nella borgata è possibile vedere lou Mur, un muro con le pietre disposte a lisca di pesce: è un unicum nella zona e, secondo la leggenda, sembra essere un’affascinante traccia del passaggio dei Mori (Saraceni) in Valle. Attraversando la borgata e seguendo l’antica mulattiera, si giunge a Sarsënà d’Amount (1225 m) e quindi a  Sère Sarsënà (1328m), dove termina la carrozzabile.


Bibliografia